Suppli alla Carbonara

Suppli alla Carbonara

Autorejuri90
voto

Share

Yields4 Servings

 Sale, Pepe, Olio, Pangrattato
 80 g Pecorino
 150 g Guanciale
 8 Tuorli d'uova
 300 g Pasta spaghetti o corallini

1

Cucinare la pasta alla carbonara:
cominciate mettendo sul fuoco una pentola con l’acqua salata per cuocere la pasta. Nel frattempo eliminate la cotenna dal guanciale e tagliatelo prima a fette e poi a striscioline. Versate i pezzetti in una padella antiaderente e rosolate per circa 15 minuti a fiamma media, fate attenzione a non bruciarlo altrimenti rilascerà un aroma troppo forte. Nel frattempo tuffate gli spaghetti o i corallini\ditalini nell’acqua bollente e cuoceteli per il tempo indicato sulla confezione. Intanto versate i tuorli in una ciotola, aggiungete anche la maggior parte del pecorino previsto dalla ricetta la parte restante servirà per guarnire la pasta.
Insaporite con il pepe nero, amalgamate tutto con una forchetta. Intanto il guanciale sarà giunto a cottura, spegnete il fuoco e tenetelo da parte. Scolate la pasta al dente direttamente nel tegame con il guanciale e amalgamate il tutto. Versate il composto di uova, pepe e pecorino nel tegame, saltate la pasta per amalgamare.
Aggiungere il restante pecorino e il pepe quanto basta.

2

Nel caso in qui avete usato gli spaghetti tagliateli fino a fargli raggiungere la lunghezza di 2 cm.
Con le mani prendete la pasta, formate delle palline mettendo un cubetto di mozzarella al centro di ognuno e passatele nel pangrattato. Se avete difficoltà nel far addensare la pasta per formare le palline passatele nell'uovo sbattuto.

3

Prendete i supplì e friggeteli in abbondante olio di semi bollente. Fateli dorare uniformemente e scolateli su carta assorbente.

4

Prendete e serviteli caldi 🙂

Ingredients

 Sale, Pepe, Olio, Pangrattato
 80 g Pecorino
 150 g Guanciale
 8 Tuorli d'uova
 300 g Pasta spaghetti o corallini

Directions

1

Cucinare la pasta alla carbonara:
cominciate mettendo sul fuoco una pentola con l’acqua salata per cuocere la pasta. Nel frattempo eliminate la cotenna dal guanciale e tagliatelo prima a fette e poi a striscioline. Versate i pezzetti in una padella antiaderente e rosolate per circa 15 minuti a fiamma media, fate attenzione a non bruciarlo altrimenti rilascerà un aroma troppo forte. Nel frattempo tuffate gli spaghetti o i corallini\ditalini nell’acqua bollente e cuoceteli per il tempo indicato sulla confezione. Intanto versate i tuorli in una ciotola, aggiungete anche la maggior parte del pecorino previsto dalla ricetta la parte restante servirà per guarnire la pasta.
Insaporite con il pepe nero, amalgamate tutto con una forchetta. Intanto il guanciale sarà giunto a cottura, spegnete il fuoco e tenetelo da parte. Scolate la pasta al dente direttamente nel tegame con il guanciale e amalgamate il tutto. Versate il composto di uova, pepe e pecorino nel tegame, saltate la pasta per amalgamare.
Aggiungere il restante pecorino e il pepe quanto basta.

2

Nel caso in qui avete usato gli spaghetti tagliateli fino a fargli raggiungere la lunghezza di 2 cm.
Con le mani prendete la pasta, formate delle palline mettendo un cubetto di mozzarella al centro di ognuno e passatele nel pangrattato. Se avete difficoltà nel far addensare la pasta per formare le palline passatele nell'uovo sbattuto.

3

Prendete i supplì e friggeteli in abbondante olio di semi bollente. Fateli dorare uniformemente e scolateli su carta assorbente.

4

Prendete e serviteli caldi 🙂

Suppli alla Carbonara

Lascia un commento